L’Orablù di Bollate si mette in marcia… destinazione: Palermo

By giugno 14, 2017Compagni di strada

Facciamo quattro chiacchiere con Giancarlo Pasquali, dell’associazione “L’Orablù” di Bollate… sono loro, infatti i “pazzi” di cui parla Gianni nel suo editoriale. Ed è loro, l’idea da cui è nata “L’agenda ritrovata”.

L’Orablù è un’associazione culturale nata nel 2005 a Bollate, con l’unico scopo di stimolare curiosità e conoscenza per avvicinare la cittadinanza alla cultura e alle arti. Giusto per fare qualche esempio, negli anni ci siamo lanciati in iniziative come “Senza Palco” (festival di teatro di strada), “Assaggi di teatro” (rassegna di proposte culinarie condite da interventi poetici, teatrali e di cabaret) e gli incontri con gli autori di “Per un trancio di libri”. Il progetto “L’agenda ritrovata” nasce durante una vacanza in Sicilia… e cresce grazie al coinvolgimento diretto di Salvatore Borsellino, Marco Balzano e Gianni Biondillo. Di che si tratta? Di una ciclostaffetta che, da Bollate/Milano a Palermo – dal 25 giugno al 19 giugno – attraverserà l’Italia per riportare alla famiglia di Paolo Borsellino, a 25 anni dalla strage di via d’Amelio, un’agenda uguale a quella scomparsa… ma piena delle testimonianze di tutti coloro che credono nella legalità e nella giustizia. Parallelamente, un’antologia di racconti curata da Marco Balzano e Gianni Biondillo ed edita da Feltrinelli, seguirà lo stesso percorso grazie ai racconti di sette scrittori provenienti da regioni che incontreremo lungo la ciclostaffetta. Tutti possono partecipare, e non solo pedalando. Ci saranno eventi, dibattiti, spettacoli teatrali, reading e concerti in ogni tappa. Con questo ambizioso progetto, l’Orablù vuole ribadire che la cultura, partecipazione sociale e memoria storica sono collanti di una società attenta e consapevole.

Giancarlo